Home

- SITO UFFICIALE DEL COMUNE DI CARREGA LIGURE -

FAI - I LUOGHI DEL CUORE - VOTA I CASONI DEI RISCIOTTI!

FAI - I luoghi del cuore - Casoni dei Risciotti - Clicca per votare

I Casoni dei Risciotti (997 metri s.l.m.) sono un piccolo aggregato di tre fabbricati situati tra Magioncalda, frazione di Carrega Ligure (AL), e il paese abbandonato di Chiapparo (Ciapà), territorio facente parte di quella porzione dell’Appennino Ligure cosiddetta delle “Quattro Province” (di quattro regioni diverse).
Queste costruzioni sono antichi essiccatoi ormai in disuso, utilizzati fino alla metà del secolo scorso per far seccare le castagne raccolte nei boschi circostanti.
L’edificio principale, più grande e meglio conservato, si sviluppa su tre piani con differenti funzioni:
🌰 Il piano terra era adibito a stalla per tenere al riparo i muli dalle intemperie autunnali.
🌰 Nel primo piano veniva acceso un grande fuoco all’interno di un braciere di pietra posizionato al centro, attorno al quale ci si riuniva alla sera, dopo una lunga giornata di raccolta, a riposarsi e raccontare storie.
🌰 Il secondo e ultimo piano era costituito da piccoli travetti dai profili irregolari, accostati e chiodati alle travi principali sul quale venivano allargate le castagne per farle seccare al calore del fuoco sottostante.
Le sue condizioni attuali sono discrete nonostante un parziale crollo del tetto, mentre gli altri due fabbricati sono invece ridotti a ruderi.
Il sentiero che porta ai Casoni, segnato come pista equestre, inizia da Magioncalda e prosegue attraverso boschi di castagni fino ad arrivare alla frazione di Vegni.
Il percorso si sviluppa a mezzacosta con lievi dislivelli, non presenta particolari difficoltà e può essere praticato anche a cavallo o in mountain-bike.
Il tempo medio di percorrenza a piedi è di circa 50 minuti.

Il Comune

Carrega Ligure è un comune montano di confine localizzato nell'estremità sudorientale della Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, altissima Val Borbera.

L’intero territorio del comune è considerato come una propaggine della cintura appenninica ligure e ciò assume un significato che va al di là dello stretto profilo geo-morfologico. Infatti, molti fattori di ordine antropico quali: il dialetto, le tradizioni, i costumi, le musiche e i rapporti commerciali legano, in modo particolarmente stretto, questo territorio alle realtà vallive dell’entroterra ligure, piacentino ed emiliano più che alla pianura dell’alessandrino, da cui pure dipende amministrativamente.

Il territorio comunale si estende per circa 56 km quadrati ed è suddiviso in una ventina di aggregati abitativi e da una diffusa edilizia sparsa sul territorio, nata originariamente come rete di servizio alle attività antropiche. Quindici di questi nuclei (Agneto, Berga, Boglianca, Campassi, Ca’ dei Campassi, Capanne di Carrega, Carrega Ligure, Cartasegna, Connio, Croso, Daglio, Fontanachiusa, Magioncalda, San Clemente e Vegni) sono abitati, se non per tutto l’anno, per buona parte di esso. Altri come: Chiapparo, Ferrazza e Prao, sono abitati occasionalmente, per poche settimane l’anno, per lo più in piena estate. Infine: Reneuzzi e Casoni sono due nuclei ormai completamente abbandonati a seguito dello spopolamento connesso al boom industriale degli anni '50 e '60 del secolo scorso.

Link utili

Albo Pretorio On Line
Albo Pretorio On Line (2018 - )
Link Amministrazione Trasparente
Link Amministrazione Trasparente
Link Sportello Unico dell'Edilizia
Link Sportello Unico dell'Edilizia
Banner web PSR 2014-2020
Link PSR 2014-2020
GAL Giarolo Leader
Link PSR 2014-2020